UN PO' LUCIFERO, UN PO' ZEN

1939

1953

2006

"Sulle alture di Pegli un casone di 18 stanze, un uliveto, l'Ovadese non lontano.

C'era il mare, per cui provavo repulsione..."

"Parlare dei miei luoghi sarebbe un po' come parlare del tempo e della memoria a Proust. I luoghi sono il cardine di tutta la mia opera. Tutto per me si situa tra paralleli e meridiani, secondo una precisa declinazione magnetica. "

E mentre discorre della sua poesia, dietro l'impaccio apparente leggi  l'energia di un demiurgo cui il mondo vada stretto, leggi la consapevolezza della diversità, ma anche quella dell'esclusione.

Le citazioni sono tratte dal testo di Giovanni Tesio su Pagine del Piemonte, estate 2004

GALLERIA DI FOTO

GALLERIA DI VIDEO

LE COSE APPENA SCRITTE

LE RAGIONI DEL MIO INIZIO

Intervista ad Augusto Blotto del 16/03/2009. Da un programma di Daniele Poletti ed Ernesto Fialdini. I PARTE

Intervista ad Augusto Blotto del 16/03/2009. Da un programma di Daniele Poletti ed Ernesto Fialdini. II PARTE

Intervista ad Augusto Blotto del 16/03/2009. Da un programma di Daniele Poletti ed Ernesto Fialdini. III PARTE

Intervista ad Augusto Blotto del 16/03/2009. Da un programma di Daniele Poletti ed Ernesto Fialdini. IV PARTE